salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Protezione Civile Protezione Civile Comune di Prato
Rischio incendi boschivi

Rinnovata ordinanza di divieto di utilizzo di fiamme libere


L'ordinanza

Come lo scorso anno, anche per il prossimo periodo estivo (fino al 31 agosto 2018), il Sindaco di Prato ha emanato una specifica ordinanza di divieto assoluto di abbruciamento che di utilizzo di fiamme libere sull'intero territorio comunale.

Questa ordinanza di divieto, oltre a ribadire sostanzialemente le direttive già imposte dalla Regione Toscana, vieta in modo assoluto qualsiasi forma di abbruciamento anche di residui vegetali, sia in area privata che, a maggior ragione, su area pubblica.
Inoltre l'ordinanza n. 2501 del 5 luglio 2018 proibisce l'accensione e l'utilizzo di "fiamme libere" e non controllate quali, ad esmpio, "lanterne volanti". Quest'ultime particolarmente, proprio a causa della assoluta incontrollablità, potrebbero venir trasportate dal vento in aree boschive e causare gravi inneschi di incendi.

Ricordiamo che il Comune di Prato è inserito nell'elenco regionale dei comuni ad "alto rischio di incendi boschivi" e, proprio per questa ragione, le sanzioni conseguenti alla non ottemperanza dei divieti di accensione fuochi prevedono un inasprimento delle sanzioni. Qualora venga rilevato un abbruciamento in aree boscate (sia di origine diretta che appiccato mediante l'utilizzo ad esempio, di lanterne volanti) il contravventore sarà soggetto ad una sanzione amministrativa variabile fra € 1.033,00 e € 10.330,00 mentre l'accensione di abbruciamenti in aree diverse da quelle boschive soggiace a sanzioni variabili fra € 120,00 e € 720,00 ovviamente fermo restando eventuali sanzioni di carattere penale.

Direttamente da questa pagina web è possibile scaricare l'ordinanza n. 2501 del 5/7/2018


Allegati e documenti

 Ordinanza n. 2501 del 5 luglio 2018 in formato .pdf 53 kb

Link utili

Condividi su:



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 09.07.2018
 indietro  inizio pagina