salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Protezione Civile Protezione Civile Comune di Prato
Pianificazione di Protezione Civile

3 - Pianificazione di Protezione Civile: Gli Allegati Operativi


Allegati alla Pianificazione

Oltre all'allegato "1" (cartografia) composto da 18 tavole distinte (vedi in proposito specifica sezione), la Pianificazione di Protezione Civile adottata dal Consiglio Comunale di Prato in data 26 luglio 2018 con delibera n. 60 (immediatamente esecutiva e pubblicata all'Albo Pretorio del Comune in data 31/7/2018) si compone di altri 12 allegati.
Ciascuno analizza e sviluppa precise tematiche inerenti alla prevenzione di Protezione Civile declinando precise competenze operative e definendo dettagliate procedure attuative in caso di gestione emergenziale ma anche di pianificazione di informazione ed esercitativa.
Di seguito si dettagliano tutti gli ulteriori allegati facenti parte integrante della Pianificazione di Protezione Civile.


Allegato "2" - Aree e strutture di emergenza

L'U.O.C. Protezione Civile, seguendo le indicazioni di cui alle "linee guida per l'individuazione di aree di ricovero...." di cui alla Direttiva del Capo Dipartimento della Protezione Civile 2 febbraio 2005, ha provveduto all'individuazione, all'interno del proprio territorio comunale, di aree che, nel complesso, si definiscono "aree di Protezione Civile.
Queste aree si ripartiscono in:

Chiaramente l'individuazione di dette aree (in base alla loro diversa destinazione di uso) ha rispettato parametri e condizioni ben precise: le aree di attesa hanno fondamentalemnte tenuto conto di un adeguato e proporzionato eventuale "bacino di utenza" così che la popolazione possa ripartirsi adeguatamente fra le stesse e, inoltre, delle potensialità di intervento che il Sistema pratese è in grado di poter gestire in fase emergenziale.
l'individuazione e localizzazione delle "aree di ricovero" ha principalmente tenuto conto della necessità di allestire eventuali tendopoli in luoghi tali da "incidere" il meno possibile sulle abitudini di vita della popolazione eventualmente che dovrebbe usufruirne. La localizzazione delle "aree di ammassamento" infine ha tenuto presente attentamente sia le dimensioni che le stesse necessitano alla luce anche della facilità di raggiungimento da parte di Componenti provenineti da tealtà diverse rispetto a quelle del territorio pratese.
Questo allegato è composto da singole schede per ogni area contenenti ciascuna la descrizione di dettaglio dell'area stessa, una sua cartografia e geolocalizzazione e tutti i riferimenti ai sottoservizi esistenti nella zona e ai dententori dell'area.
Si fapresente che la Tavola "I" e la Tavola N" dell'Allegato "1" riportano in modo grafico l'esatta localizzazione di tutte le aree di Protezione Civile dettagliate in questo Allegato "2".


Allegato "3" - Procedure operative per ogni singolo rischio

Dopo una breve premessa conetente le indicazioni dettagliate circa l'attività previsionale prevista per legge da parte delle competenti strutture e principalmente circa l'analisi dei diversi "codici colore" previsti dalla normativa in atto, questo allegato descrive in maniera assolutamente dettagliata  - per ogni diversa tipologia dei "rischi" più ricorrenti sul territorio e per ciascuna delle fasi connesse al momento previsionale e a quello emergenziale - quali siano i compiti specifici e la cronologia di esecuzione di ogni singola figura dettagliata nella parte "B" del Piano Operativo.
E' assolutamente evidente che le tipologie riportate in questo allegato devono intendersi quali "esempio" applicabile comunque in tutte le altre eventuali tipologie di rischio a possibile accadimento che non risultano in alcun modo preventivabili a priori.

Allegato "4" - Piani "ad hoc" - Rischio neve e ghiaccio

Ormai da anni il Comune di Prato dispone di uno specifico Piano Neve e Ghiaccio redatto e revisionato ogni anno da parte dell' U.O.C. Protezione Civile del Comune in sinergia con Cansiag Servizi Comuni.
La Pianificazione di Protezione Civile non può non considerare l'esistena di tale dettagliata pianificazione e integrarla completamente all'interno del lavoro complessivo pianificatorioattualemnte in corso.
Tale allegato riporta una sintesi dei diversi livelli operativi e delle procedure previste dal Piano Neve e Ghiaccio 2017/18 richiamando lo stesso nel suo complesso per ulteriori dettagli.


Allegato "5" - Piani "ad hoc" - Rischio chimico-indistriale

Sul territorio del Comune di Prato operato una Società che ha l'obbligo di classificazione (e di ottenimento di conseguente autorizzaizone all'esercizio) ai sensi della c.d. "Legge Seveso"  (nello specifico D.Lgs. 105/2015 - "Seveso Ter").
Come previsto per legge per tale impresa è stato redatto uno specifico Piano di Emergenza Esterno (P.E.E.) da parte della Prefettura di Prato il quale prevede esattamente quali siano le procedure da seguire in caso di avvenuto incidente rilevante.
In considerazione di ciò il presente allegato richiama e riporta integralmente l'intera Pianificazione di Emergenza Esterna della Società in oggetto contenente quindi tutto l'insieme dettagliato delle procedure da adottarsi in caso di evento connesso a tale rischio.
Si fapresente che la Tavola "H" dell'Allegato "1" riporta in modo grafico l'esatta localizzazione di aree di rischio individuate dalla P.E.E..

Allegato "6" - Elenco delle persone che partecipano all'attivitą di Piano

La Protezione Civile è un "Sistema" del quale fanno parte Componenti, Strutture Operative e Soggetti concorrenti (come definito dall'art. 3 D.Lgs. 1/2018).
In base a tale ununciato e sulla scorta dei soggetti identificati nei "lineamenti della pianificazione" (Piano Operativo, parte "B"), questo allegato individua, per ogni soggetto/figura (compreso quindi anche tutte le Funzioni di Supporto in cui si articola il Centro Operativo Comunale ed il Centro Situazioni "allargato"/presidio tecnico) quale debba essere il soggetto di riferimento.

Allegato "7" - Elenco delle risorse

In questo allegato è specificato quali siano tutte le risorse a cui, l’intero Sistema di Protezione Civile cittadino, può fare ricorso, sia pubbliche che private.
L’U.O.C. Protezione Civile tiene costantemente aggiornato l’elenco delle risorse disponibili, adeguatamente suddiviso in base alle tipologie di riferimento e con i necessari contatti in grado di rendere le predette risorse immediatamente accessibili in caso di necessità.
E’ evidente che, per ragioni di privacy, in detto allegato non sono presenti riferimenti personali ai detentori di risorse ma sono riportate in modalità generica.


Allegato "8" - Linee guida del servizio di Centro Situazioni - Ce.Si. - comunale

Questo allegato operativo espone nel dettaglio in cosa consista l’attività di Centro Situazioni comunale (così come previsto dall’art. 2 comma 2 del Regolamento di attuazione della L.R. 67/2003 approvato con DPGR del 1/12/2004 n. 69/R smi), chi ne faccia parte e quali siano i riferimenti normativi necessari per il corretto svolgimento di detta attività. Inoltre, in questo allegato, sono evidenziati tutti i riferimenti geografici e di composizione della struttura di Protezione Civile del Comune di Prato: l’ U.O.C., il Centro Operativo Comunale e la localizzazione della sede secondaria/alternativa del COC stesso da attivarsi in caso di inagibilità della sede primaria.


Allegato "9" - Normative e direttive nazionali e regionali

Al fine di garantire un’assoluta facilità di consultazione della Pianificazione, sia da parte degli operatori delle diverse Componenti del Sistema di Protezione Civile che della cittadinanza, questo allegato racchiude in sintesi tutte le disposizioni aventi valore di legge e/o normative in materia attualmente vigenti e di riferimento per ogni altra sezione della Pianificazione stessa.
E' comunque opportuno evidenziare che l'attuale normativa nazionale è di recentissima emanazione (D.Lgs. 2 gennaio 2018 n. 1) e che il medesimo già prevede l'emanazione - a breve - di specifiche disposizioni di dettaglio e applicative.
In base a ciò ed alla luce delle necessarie rettifiche alle disposizioni legislative regionali che seguiranno necessariamente l'avvenute variazioni della normativa nazionale, questo allegato tiene conto esclusivamente delle disposizioni vigenti alla data di definizione della presente Pianificazione di Protezione Civile comunale e che, in ogni caso, dovrà venir considerato alla luce delle prossime normative (nazionali e/o regionali) in materia.


Alleagto "10" - Convenzioni e/o accordi di programma

Detto allegato raccoglie tutti gli atti attualmente in vigore sottoscritti da parte del Comune di Prato – a qualsiasi titolo convenzionale – con Enti, Istituzioni e Associazioni del Volontariato.

Allegato "11" - Programmi annualidi informazione alla popolazione

Premesso che, per legge, è compitospecifico del Sindaco fornire informazioni alla popolazione sia in fase di pianificazione (preventiva)che durante le emergenze (gestionale), sispecifica che questo allegato è sostanzialmente suddiviso in due parti:

A questo proposito occorre significare che, annualmente, così come esposto nel presente allegato, sarà compito dell’Amministrazione proporre percorsi didattici-formativi da svilupparsi nelle scuole, incontri su tematiche di Protezione Civile con la cittadinanza, sviluppo di campagne illustrative circa i corretti comportamenti ecc.
Per quanto invece concerne l’esposizione dei singoli sistemi attualmente attivi e finalizzati all’informazione alla popolazione, l’allegato riporta anche quali siano le procedure attuative dei medesimi e le tempistiche previste.


Allegato "12" - Programma attivitą addestrativa

Questo allegato, oltre a riassumere le direttive aventi valore di legge in merito alle esercitazioni di Protezione Civile, fornisce le linee guida e indicazioni su come, l’Amministrazione, periodicamente, debba proporre specifici percorsi addestrativi finalizzati alla formazione periodica e costante di tutte le Componenti del Sistema.
Un momento essenziale della pratica esercitativa, è quello destinato al coinvolgimento dei diversi Servizi comunali.


Allegato "13" - Save the Children

Il Comune di Prato, nel redigere la presente Pianificazione di Protezione Civile, ha deciso di tener conto anche delle direttive (linee guida) emanate dalla organizzazione internazionale "Save The Children" in merito ad una corretta pianificazione definita "a misura di bambino"
Seguendo detto indirizzo questo allegato riporta quali siano le fasi propedeutiche che la pianificazioni deve seguire affinchè questo obiettivo possa concretizzarsi.
Inoltre questo allegato riporta integralmente le linee guida definite in proposito dalla citata Organizzazione internazionale per l'infanzia.



Allegati e documenti

 Allegato 2_Pianificazione di Protezione Civile_Aree e strutture di emergenza in formato .pdf 4178 kb
 Allegato 3_Pianificazione di Protezione Civile_Procedure operative per ogni singolo rischio in formato .pdf 2506 kb
 Allegato 4_Pianificazione di Protezione Civile_Piani "ad hoc" - Rischio neve e ghiaccio in formato .pdf 689 kb
 Allegato 5_Pianificazione di Protezione Civile_Piani "ad hoc" - Rischio chimico-industriale in formato .pdf 2016 kb
 Allegato 6_Pianificazione di Protezione Civile_Elenco delle persone che partecipano all'attività di Piano in formato .pdf 295 kb
 Allegato 7_Pianificazione di Protezione Civile_Elenco delle risorse in formato .pdf 277 kb
 Allegato 8_Pianificazione di Protezione Civile_Linee guida del servizio di Centro Situazioni - Ce.Si. - comunale in formato .pdf 292 kb
 Allegato 9_Pianificazione di Protezione Civile_Normative e direttive nazionali e regionali in formato .pdf 301 kb
 Allegato 10_Pianificazione di Protezione Civile_Convenzioni e/o accordi di programma in formato .pdf 35194 kb
 Allegato 11_Pianificazione di Protezione Civile_Programmi annuali di informazione alla popolazione in formato .pdf 328 kb
 Allegato 12_Pianificazione di Protezione Civile_Programma attività addestrative in formato .pdf 309 kb
 Allegato 13_Pianificazione di Protezione Civile_Save the Children in formato .pdf 3336 kb

Condividi su:



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 31.07.2018
 indietro  inizio pagina